Blog: http://OrgoglioDemocratico.ilcannocchiale.it

Fini.

Il nuovo partito fondato da Berlusconi in piazza San Babila? Comportarsi nel modo in cui sta facendo Berlusconi non ha niente a che fare con il teatrino della politica: significa essere alle comiche finali. Da queste mie parole, volutamente molto nette, voglio che sia a tutti chiaro che,  almeno per quel che riguarda il presidente di AN, non esiste alcuna possibilità che An si sciolga e confluisca nel nuovo partito di Berlusconi… Berlusconi con me ha chiuso, non pensi di recuperarmi, io al contrario di lui non cambio posizione. Se vuole fare il premier, deve fare i conti con me, che ho pure vent’anni di meno. Mica crederà di essere eterno… Lui a Palazzo Chigi non ci tornerà mai. Per farlo ha bisogno del mio voto, ma non lo avrà mai più. MAI. Si faccia appoggiare da Veltroni.” (Gianfranco Fini, 18 novembre 2007)

 

 

Condivido la proposta di Berlusconi di dare al popolo del 2 dicembre, al Popolo della Libertà, un’unica voce in Parlamento. È una pagina storica della politica italiana: il 13 aprile nascerà un nuovo grande soggetto politico ispirato ai valori del Partito popolare europeo e quindi alternativo alle sinistre. Mi auguro che gli amici dell’Udc vogliano scrivere questa importante pagina assieme a noi.” (Gianfranco Fini, 8 febbraio 2008)

 

 

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui.”, diceva Ezra Pound, citato da Fini oggi alla fine del suo discorso di Mirabello. Appunto.

 

Milioni di elettori di sinistra avrebbero pagato miliardi in questi due anni per sentire quelli che hanno eletto a fare opposizione pronunciare anche solo un quarto delle cose dette da Fini sul governo.

 

Ma dalle parti del PD non è seccato solo l’Ulivo, ma tutto il giardino: e c’è ancora qualcuno che pensa di fare un buon raccolto quest’anno, portando le erbacce dei giardini altrui.

 

L’ultimo che esce, si ricordi di chiudere la porta e spegnere la luce.

Pubblicato il 5/9/2010 alle 22.48 nella rubrica Il Popolo dell'Impunità.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web